A come anderground.

Così sta scritto sui cartelli, i tanti cartelli della metropolitana a Roma. Figura di merda pagata coi nostri soldi.

 

B come bunga-bunga.

Il bunga-bunga arriva a Londra come nome di una pizzeria.

Prima il Bordello Berlusconi in Argentina e adesso questo.

Basta! Preferiamo essere ancora conosciuti con lo stereotipo spaghetti e mandolini piuttosto che orgie e pompini.

 

C come clonare.

Clona la macchina dell’ex compagna e passa a tutta velocità davanti agli autovelox.

Geniale.

 

D come degrado.

Una volta si chiamava Casa delle Libertà e Corrado Guzzanti ci ironizzava sopra facendo la pipì in salotto, se ricordo bene.

Ora ha cambiato nome, ma non abitudini.

La festa dei giovani del Popolo della Libertà si è svolta dal 7 all’11 settembre in un’area verde vicino al cuore archeologico della Capitale. Ma nessuno ha ancora rimosso gli allestimenti della manifestazione e la zona oggi versa nell’abbandono.

 

E come ebrei.

Il 44  per cento degli italiani manifesta opinioni ostili agli ebrei.

Ma ci siamo impazziti? Una cosa è non approvare la politica di Israele verso i palestinesi, un’altra cosa è avercela con gli ebrei. E sono sicuro che di quel 44% molti un ebreo non l’hanno mai conosciuto.

Vergogniamoci.

 

F come Ferrara Giuliano.

Molti tra quei poverini che vedono ancora il TG1 scappano quando arriva Giuliano Ferrara.

Se ci mettiamo poi quelli che scappano se l’incontrano di notte in una strada oscura…

 

G come Galan.

Il ministro della Cultura Galan ha nominato come presidente della Biennale di Venezia un pubblicitario amico di Silviuccio vostro.

Del presidente uscente Baratta Galan ha detto: “Ha svolto benissimo il suo compito.”

E allora perché rimuoverlo?

State cercando di farci rimpiangere Bondi?

 

G come Gheddafi.

“Sic transit gloria mundi.”

Che cazzo di commento fatto da uno come il Berlusca. Ed è andata ancora bene che non abbia sbagliato l’espressione latina.

 

G come Giovanardi again.

Non vogliamo pensare come sarebbe il nostro Alfabeto minimo se non esistesse Giovanardi!

Diavolo di un uomo (si fa per dire, secondo me viene viene dalla stella K51bis della galassia 4P7), riesce sempre ad infilarsi nel nostro Alfabeto.

Il Carlo è andato a San Patrignano e ha detto:”Grazie a me e alle mie campagne, il consumo della droga è diminuito”.

Ora, a parte che anche se fosse vero, è aumentato grazie a lui il consumo di alcool perché quando vedono Giovanardi in televisione due italiani su tre hanno bisogno di bere qualcosa di forte per riprendersi (il terzo italiano è astemio), vero non è.

Le statistiche lo smentiscono.

Ma voi non diteglielo.

Se lui finisce di blaterare, noi finiamo di scrivere.

 

M come Madonna.

Il Vaticano ha fatto un comunicato stampa per lamentarsi della distruzione della statua della Madonna durante i disordini di Roma.

Se l’avessero fatto scrivere alla Madonna stessa, probabilmente avrebbe invece protestato per quella povera signora a cui hanno bruciato la macchina.

 

M come Marchionne.

Ma se sposta le fabbriche dall’Italia, perché gli italiani dovrebbero comprare ancora le sue macchine visto che c’è di meglio in giro?

A me sta sempre di più sui cosidetti.

 

M come marito.

Regione Sicilia, marito promuove la moglie.
Diecimila euro al mese in più di stipendio. Luisa Paladino, a capo del Polo museale di Catania, è stata promossa a numero uno dell’Unità operativa per i beni storici-artistici alla Soprintendenza etnea. A firmare lo scatto il marito, a sua volta guida del dipartimento dei Beni culturali.

Mi pare giusto… se non si ha un occhio di riguardo per i parenti…

Ma la coppia non era nuova a questi affari di famiglia. La figlia, a soli 27 anni, è dirigente della regione Sicilia a Bruxelles.

 

M come Miller.

Il ministro della Giustizia Palma manda un ispettore a fare le pulci ai magistrati di Bari e Napoli che indagano su Berlusconi. E chi ci manda?

Arcibaldo Miller, che si ritrova a sua volta sotto inchiesta per il suo coinvolgimento nell’inchiesta sulla P3, in cui è stato indagato.

E a ispezionare Miller mentre ispeziona, chi ci mandiamo, signor ministro?

 

N come New York.

Regala alla moglie l’iPhone 4S, equipaggiato di nascosto con l’applicazione Find a Friends che consente, previo rilascio del consenso, di rintracciare i propri amici. E scopre così un tradimento.

È quanto accaduto a una coppia a New York. Lei rispondendo al telefono diceva di essere in un posto a trovare la sorella, scusa classica, il software del telefonino la segnalava in un altro.

Resta valido per i bambini il detto: Non accettate caramelle dagli sconosciuti, ma io ora ne aggiungerei uno per adulti: Non accettate telefonini dai vostri partner

 

O come orgasmo.

Amnesia temporanea causata da un rapporto sessuale troppo intenso.

È successo ad una signora di 54 anni a Washington, dopo essere andata a letto col proprio marito.

Un marito esagerato, evidentemente.

E non è vero che noi siamo invidiosi.

 

P come pensione.

Palermo. L’ex direttore dell’Agenzia regionale per i rifiuti, Felice Crosta, dopo la sentenza della Corte dei Conti, non potrà incassare la pensione d’oro da mezzo milione di euro l’anno che gli era stata accordata dalla Regione siciliana, ma deve “accontentarsi” dei 219 mila euro lordi che l’amministrazione gli ha già riconosciuto come ex dirigente, la carica che ricopriva prima di essere posto fuori ruolo per dirigere l’Agenzia.

Poverino.

 

S come Santanchè.

È tornata la Santanchè, la Daniela Furiosa (a proposito, dove era in queste ultime settimane? Se l’avevano fatta ricoverare per curarla dall’abitudine di dire cose demenziali, è il caso che si facciano restituire i soldi).

Ha detto che Bossi sbadiglia perché malato e non perché ha le balle piene di sentire Berlusconi dire sempre le solite cazzate.

E i giornalisti che riferiscono degli sbadigli del capo lombardo sono “terroristi”.

Ben tornata, Daniela.

 

S come Sarandon.

Durante una intervista, l’attrice Susan Sarandon ha definito Benedetto XVI un nazista. L’intervista è stata rimossa da youtube.

Dov’è la novità? Che il Papa facesse parte della gioventù hitleriana lo sappiamo tutti.

 

T come Trota.

Bossi Junior passando accanto al Pirellone, forse per caso, ma il soggetto è senz’altro capace di esserci andato apposta, durante una manifestazione di metalmeccanici, si è preso tanti :”Vergogna, buffone.”

Ed è stato pure fatto oggetto di lanci di uova, che però lo hanno mancato.

Giusto così, che c’entra l’uovo con il pesce?

 

V come vagina.

La vagina da design, nuova frontiera della chirurgia plastica.

In Gran Bretagna e in America è boom di interventi chirurgici estetici chiesti da donne che detestano il proprio organo genitale e desiderano averne uno “da design”, ridisegnato in modo da apparire più attraente e risultare più confortevole (confortevole?).

Negli Stati Uniti, nel 2009, sono stati spesi circa 5 milioni di euro per operazioni di questo genere.

Forse è tempo di passare la mano alle formiche come razza dominante del pianeta.

O se le formiche non vi piacciono scegliete pure un altro animale.

 

 


 

Si ringrazia per l’editing Benedetta Volontè.

 

 

 

Latest posts by Giovanni Merenda (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.