di Cla

 

Elle   Elle - Isabelle Huppert 

 

Succede che vai a vedere un film e con grande sorpresa/piacere quello che ti colpisce non è la storia e nemmeno la drammaturgia ma la straordinaria recitazione di una donna minuta e fragile nell’aspetto ma dal fascino smisurato e dalla personalità fortissima, talmente brava da far pensare allo spettatore che non sta interpretando un personaggio ma che lei sia proprio così.

D’altro canto, Isabelle Huppert legge il libro “Oh…” di Philippe Djian, si innamora del personaggio, incontra l’autore e gli dice che lo vuole interpretare lei a tutti i costi; ed è cosi che nasce il film, la scelta del regista è una scelta naturale, chi se non Paul Verhoeven, maestro di una filmografia il cui tema ricorrente è la commistione tra sesso e violenza.

Quindi una storia di violenza su una donna scritta da un uomo e portata sullo schermo da un uomo pone una domanda: può un maschio adulto immedesimarsi nelle sensazioni che una donna prova nel momento in cui subisce uno stupro? Ed è qui che la Huppert con la sua interpretazione PERTURBANTE ci dà un nuovo e inquietante punto di vista.
Buona visione.

 

 

 

Gamy Moore
Follow me

Gamy Moore

Gamy Moore, ovvero Paoletta, Piumetta, e chi più ne ha più ne metta... Croce e delizia della rete.
Sceneggiatrice, scrittrice, poetessa in rima.
E il mondo viveva meglio prima.
Gamy Moore
Follow me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.