Sostenere un colloquio di lavoro: come vestirsi

come vestirsi per un colloquio di lavoro

C’è un vecchio detto napoletano che dice: “Vesti scioccone che pari barone” che contrasta con “l’abito non fa il monaco”. Entrambi gli adagi hanno un loro fondo di verità, ma di sicuro il modo con il quale vestite parla di voi prima e molto più forte di quanto possiate immaginare.

Qual è l’idea che vi siete fatti dei quattro ragazzi qui sopra? Ecco, evitate di fare la stessa impressione.

In fin dei conti già normalmente adottiamo una “divisa” diversa a seconda delle circostanze: se andiamo a un matrimonio vestiremo diversamente da una cena informale in casa di amici. Il nostro abbigliamento quando siamo in casa a rilassarci è sicuramente diverso da quello che indossiamo quando andiamo al nostro primo appuntamento con la persona a cui facciamo il filo da mesi.

Non dovrebbe stupire immaginare d’indossare un abbigliamento che sia adatto al colloquio che dobbiamo sostenere.

In linea di massima è bene adottare tre semplici principi:

  1. L’abito che indossiamo deve valorizzarci, in termini di “venderci meglio”.
  2. Deve “piacere” a chi ci seleziona, quanto meno non deve scioccarlo.
  3. L’abbigliamento deve essere consono al posto per il quale ci presentiamo.

 

L’abito che indossiamo deve valorizzarci

Il colloquio non è il posto ideale per sperimentazioni di moda o abbinamenti fantasiosi. Non permettiamo a chi deve selezionarci di scartarci perché vestiti in modo improprio, pacchiano, troppo estroso o con colori accoppiati tipo sbornia del sabato sera.

Vestire “alla moda” può essere rischioso per un semplice motivo: non esiste un’unica moda, non tutte le mode piacciono a tutti, non è detto che la vostra moda sia davvero… di moda!

A meno che non dobbiate presentarvi alla selezione del “Grande Fratello” o di “Uomini e donne”, non scegliete uno di quegli abbigliamenti tamarri e incredibilmente cafoni che contraddistinguono i personaggi che partecipano a trasmissioni televisive del genere. Meglio andare sul classico, non per forza giacca e cravatta, ma dei pantaloni normali, una camicia e una giacca anche sportiva possono funzionare. Naturalmente tutto dipende dal contesto.

Meglio vestire in modo classico, neutro e senza dimenticare il buon gusto. Curate i dettagli perché se lo farete probabilmente  nessuno se ne accorgerà, ma se trascurati salteranno subito all’occhio!

Pensate sempre in funzione del lavoro che dovete svolgere, il vostro abbigliamento deve dire, prima ancora che lo facciate voi, che siete la persona giusta oppure, quanto meno, che non siete quella sbagliata.

Un abbigliamento corretto può non voler dire nulla, ma uno scorretto dirà di voi che non siete la persona giusta.

 

Il profumo

Se scegliete di profumarvi, non si dovrà sentire. Vale un po’ lo stesso discorso dell’abbigliamento: non dovete essere invadenti. Non c’è cosa peggiore di lasciare una scia di profumo al vostro passaggio, anche se il profumo che usate lo avete pagato 300 euro!

D’altro canto, se sapete di avere problemi di sudorazione troppo… odorosa, prendete tutte le cautele possibili poiché non c’è cosa peggiore di una persona che emana un odore sgradevole. Se pensate che siano parole inutili, provate a farvi un giro nei mezzi pubblici.

Sexy!

La televisione e la pubblicità mostrano sempre donne sull’orlo di un orgasmo. Tuttavia nella maggior parte dei casi presentarsi in modo sexy a un colloquio di lavoro non porterà alcun vantaggio pratico, anzi potrebbe risultare controproducente.

Se il lavoro per il quale vi proponete non necessità di una forte dose di sex appeal, evitate di mettere in mostra la merce che madre natura vi ha regalato.

Lista di controllo

Ve l’ho detto: occhio ai particolari, siate ordinati, puliti, sobri. Quindi ecco una lista di controllo che dovreste sempre prendere in considerazione sia per un colloquio di lavoro che per un primo appuntamento con la persona che volete conquistare. In fin dei conti si tratta sempre di un processo di… seduzione.

  • Occhio alle unghie, devono essere tagliate e pulite.
  • I vostri capelli sono ben pettinati o assomigliate a una strega? Avete molti capelli? Portate con voi un pettine, magari prendete una maledetta giornata di vento e…
  • I vestiti devono essere puliti e ben stirati. Controllateli con attenzione il giorno prima.
  • Le scarpe devono essere ben pulite e senza graffi evidenti.
  • Se siete donne, non esagerate con i gioielli. Anelli, orecchini, bracciali, collane, tutto deve rientrare nella sobrietà. Se siete uomini, attenzione a medaglioni giganti, orecchini pacchiani e cose del genere. Parola d’ordine: sobrietà.
  • Hai una caramella? Sì, ne vuoi una? No, mangiatela. Questo scambio di battute è reale, accadde tra me e un mio caro amico che quella mattina sembrava aver appena mangiato un cane morto. Se pensate che potreste avere l’alito cattivo, se avete solo un dubbio, portate con voi delle caramelle alla menta e ciucciatela prima di entrare dal selezionatore. Consumatela prima, non parlate con la caramella o peggio con la gomma in bocca.
  • Se tendete ad avere un odore penetrante, fate un bel bagno prima di andare al colloquio. Usate deodoranti inodore, se vi profumate, ricordate di non lasciare la scia.
  • Controllate i dettagli di tutto ciò che indossate: colletti consumati, macchie, abbinamento dei colori.

Ricordate che non c’è una seconda occasione per fare una buona prima impressione.

Massimo Petrucci
Seguimi

Massimo Petrucci

Per lavoro mi occupo di Web Marketing, ma per passione scrivo racconti, romanzi e rappresentazioni teatrali. Gioco a basket... beh dovrei dire che "mi fanno giocare a basket" i miei cari amici del weekend. Ho creato community di appassionati di cucina e... di diete! Sì, in me vivono demoni e angeli, per tutto il resto c'è il mio blog www.massimopetrucci.it 🙂
Massimo Petrucci
Seguimi

Latest posts by Massimo Petrucci (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.