Sull’amicizia si sono già versati fiumi d’inchiostro e oggi con le nuove tecnologie fiumi di codice binario interpretati poi dagli elaboratori in caratteri leggibili per gli utenti.

Purtroppo succede spesso che più si diventa adulti più ci si indurisca verso qualsiasi genere di sentimento, tanto che poi si perde quasi la capacità di accogliere incondizionatamente nuovi amori o amicizie, e tendiamo, dunque, a essere diffidenti, a vedere una possibile fregatura dietro qualsiasi gesto o emozione apparentemente sincera.

Anch’io, forse, mi sono irrigidito e molte volte diffido o mi nascondo dietro a convenienti paranoie.

Per chiarirmi le idee sull’amicizia ho deciso di rivolgermi a una persona giovane ancora aperta alla vita, senza disillusioni e piena di energia; ho chiesto a mia nipote Rosy, 14 anni, che cosa significa per lei la parola amico/a.

Secondo lei ci sono due tipi di amicizia, quella ‘semplice’ e quella ‘profonda’.

L’amicizia semplice è quel rapporto che si crea con un gruppo di amici con i quali puoi confrontarti, parlare liberamente, dire e fare cavolate, chiacchierare e anche sparlare.

L’amicizia profonda, secondo Rosy, è un tipo di rapporto che arriva con il tempo, capita forse quando meno te lo aspetti, insomma è un po’ come l’amore.

È un tipo di rapporto che si instaura con una persona a cui vuoi bene veramente e con cui condividi qualunque cosa.

Dunque per Rosy l’amicizia profonda è molto simile all’amore, si basa cioè su un’intima complicità; con un amico/a simile si usano anche vezzeggiativi – ‘ciccia’, ‘tesoro’, ‘tata’ ecc – proprio come accade in una relazione amorosa.

Un’amicizia per caso, nel cortometraggio: Quell’ultima cifra

 

Eh sì, a quanto pare l’amicizia, come l’amore, può avvenire per caso.

A volte sarebbe sufficiente aprirsi a questi sentimenti per viverli pienamente, senza timore e sfiducia.

Purtroppo, talvolta, le esperienze di vita ci portano a diffidare dei rapporti troppo stretti, perché abbiamo imparato, a nostre spese, che quanto più ci lasciamo andare alle nostre emozioni tanto più siamo esposti al rischio di soffrire.

Proprio per questo uno dei problemi più grandi, nell’amore e nell’amicizia, è rappresentato dalla fiducia.

Capita non di rado che vi siano persone che rimangano deluse, tradite dall’amico/a in cui avevano riposto grandi aspettative, e successivamente abbiano paura di abbandonarsi a una nuova emozione, a un nuovo legame.

 

Un cortometraggio su come riconquistare l’amicizia: Splintered

 

I protagonisti del corto ‘Splintered’, ci dimostrano che anche un’amicizia compromessa può tornare a essere forte e profonda nonostante i torti subiti, l’importante è che vi sia la volontà da parte di entrambi di sanare la frattura creatasi.

In taluni casi, in cui forse l’amicizia non era così sincera, può succedere che le fratture diventino irrecuperabili.

Quando questo accade, alcune persone si chiudono in se stesse e rifiutano di credere ancora nell’amicizia.

Ma a volte dovremmo essere in grado di dare una nuova chance a noi stessi e al prossimo, evitando di piangerci addosso, e riaprendoci, piuttosto, all’idea di una vera e spontanea amicizia.

Avere un autentico amico vicino può darci nuova linfa, e magari regalarci quel sorriso di cui abbiamo bisogno per affrontare la vita con ritrovata energia.

Come l’agnello rimbalzello (nel video subito di seguito), potremmo avere la fortuna di incontrare nel nostro cammino un lepronte che, con affetto e gioia, ci faccia scoprire che la vita ci può spogliare di tutto, ma poi basta un balzo a fianco di un amico sincero per ritrovare la gioia di vivere.

 

Agnello rimbalzello

 

Consiglio: nel caso in cui il video si veda a scatti, lasciate caricare almeno metà del video, è sufficiente avviarlo e poi metterlo in pausa, così mentre leggete l’articolo, la barra video si riempie (cioè si carica); potete farlo per tutti i filmati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.