Nel linguaggio comune, quando viviamo un’esperienza estremamente piacevole, diciamo che abbiamo l’impressione di trovarci in un sogno. In modo analogo, quando tutto ci va storto, è usuale affermare che ci sembra di vivere un incubo. Questi modi di dire rispecchiano in modo fedele la diversa qualità dei nostri sogni: belli o brutti.

Tutti verosimilmente abbiamo passato delle notti tormentate da incubi: esseri mostruosi che ci inseguono, demoni che ci ghermiscono, incidenti catastrofici di cui siamo protagonisti, in breve il contenuto classico di un sogno angoscioso riguarda un pericolo fisico imminente per il soggetto.

Ma vi sarà capitato sicuramente di fare sogni in cui non vi sono demoni che vogliono la vostra anima o pericoli per la vostra incolumità e nonostante ciò il contenuto del brutto sogno vi angoscia.

Secondo Freud il sogno (in generale) sarebbe la realizzazione allucinatoria durante il sonno di un desiderio inappagato durante la vita diurna.

Può essere, dunque, che qualcosa di simile sia capitato anche a Devid, ormai una presenza fissa – a volte inquietante – nella rubrica ‘La posta del cu’. Da alcune settimane, infatti, seguo con interesse le vicende di Devid attraverso le sue lettere pubblicate in tale rubrica. Il povero ragazzo è innamorato perso del misterioso quanto indifferente Ramon. Sta provando di tutto per conquistarlo o comunque per riaverlo fra le sue braccia un’altra volta. A mio parere Ramon non merita tutta quest’attenzione da parte del dolce Devid.

Incuriosito dalla sua ultima lettera (quanto darei per sapere chi è la misteriosa biondona!), ho cercato di contattarlo e lui è stato veramente squisito, molto disponibile… fin troppo. Mi ha anche invitato a parlare con più calma a casa sua, tra incensi e candele profumate, ma vista la distanza che ci divide (in tanti sensi) ho dovuto declinare il gentile invito.

In ogni caso Devid al telefono mi ha raccontato la sua travagliata vicenda e anche di quegli incubi che lo stanno tormentando a causa del suo ultimo incidente di percorso, questa volta con la DdP.

A quanto pare però le cose non sono andate come crede il povero Devid, bensì in modo ben diverso viste le sconcertanti risposte della DdP e dell’arido Ramon. Ma tanto è bastato per sconvolgere i sonni dello sciagurato che, quando le tenebre ammantano la sua stanza, a causa del solito incubo si desta repentinamente con il fiatone e il cuore in gola.

Sono riuscito a scovare online un cortometraggio che ben rappresenta il tremendo sogno che angoscia ormai da diverse notti lo sventurato Devid, a cui ho consigliato di vederlo nella speranza di esorcizzare le sue paure. Suggerisco comunque a tutti di guardare questo corto sia per l’ottima costruzione della storia che per la buona qualità tecnica.

 

L’incubo (1)

 

 

Devid conviene con me che questo cortometraggio è molto ben fatto e pare ricalcare quasi fedelmente il suo brutto sogno. Ma a ogni modo non sembra essergli di grande aiuto.

Per questo ho provato a consigliargli di vedere un altro cortometraggio, che in questo caso è il mio incubo, non tanto per i contenuti (inesistenti), piuttosto per le qualità tecniche e interpretative mediocri. In realtà più che un cortometraggio parrebbe una goliardata. Però ci tenevo a consigliarlo per suggerire come non deve essere realizzato un cortometraggio e nella vana speranza tirare su il morale a Devid in questi giorni cupi.

 

L’incubo (2)

 

In fondo di questo cortometraggio c’è da premiare la demenzialità del prodotto (anche se al limite della stoltezza) un vero nonsense, e soprattutto una nota di merito va alle mutande a pois del protagonista che anche Devid ha apprezzato molto… insieme al contenuto!

A me personalmente è piaciuta anche la sigla finale. Forse perché segnava la conclusione di un incubo?

A questo punto auguro a Devid che i suoi incubi passino presto, ma da quanto ho capito non è un tipo che si arrende facilmente e ho la sensazione che da lui ne sentiremo ancora delle belle.

Per quel che riguarda me, colgo l’occasione per augurare a tutti buone ferie. Alla prossima sempre qui su LM!

 

7 thoughts on “Incubi: a volte ritornano

  1. Ah! ma la DdP è quella con cui esci sempre dalla redazione seguiti a ruota da Ramon? Ma vivo proprio con la testa fra le nuvole! Ecco perchè non mi ci raccapezzo con sto triangolo (anzi trapezio) Ramon, DdP, Devid ecc ecc…

    Beh spero che le prossime news mi chiariscano le idee!

    Intanto in bocca al lupo al caro Devid!

  2. Ti meravigli, caro Alan
    che io sappia tutti i fatti, e fattacci?

    Sono mesi che assisto allibita alle manfrine dei nostri esperti; la DdP è mia amica da anni, la vedo sia in redazione che fuori: do una mano a smistare i cumuli di lettere, poi di tanto in tanto vado a trovare Didy e Léon, sempre che quest’ultimo non abbia la luna storta, altrimenti mi fa fuori scarpe e pantaloni, se va bene, le caviglie se va male.

    E meno male che Léon mi vuole bene, se mi volesse male non so come ne uscirei…

    Conosco anche i fidanzati di Didy, ovviamente, ma loro 4 so’ strani, e ora che c’è pure Ramon… non ne parliamo!
    Un essere diabolico, c’ha pure l’ubiquità, spunta dappertutto come un fungo…

    Prima o poi diventerà un incubo generale, dove passa lui non cresce più l’erba, ma proliferano corna!
    Parola di G.Moore

  3. Caro Devid,
    al rientro dalle ferie ci sarà un vertice in Redazione.
    Ci saranno tutti, perfino Emilia, e la colf di Ramon.

    E non finirà come in altri palazzi romani ben noti alle cronache, e neanche a tarallucci e vino…

    Daremo notizia man mano ai nostri pazienti lettori, che assistono a questa saga piena di mostri.
    Ci vorrebbe Dino Risi, ci vorrebbe…

    Naturalmente ci sarai pure tu.

    Au revoir

  4. Grazie Devid per i complimenti all’articolo.

    Gamy com’è che io non so mai niente? tu sei così informata su Emilia, Philippe e su tutti i fatti del misterioso duo della posta del cu!

    Va beh aspetterò con ansia le rivelazioni del nostro caro Devid.

    Ps cara Gamy io più che matto sono Folle!

  5. Cara signora Gamy grazie dei suoi chiarimenti e consigli.

    Ma una cosa le dico io dalla Redazione non starò lontano ma sempre più vicino!

    Assicuro che la verità verrà presto a galla, perchè nella mia prossima lettera – pronta per la redazione – avrete anche la mia versione.

    Vi racconto io come è andata quella notte nella camera d’hotel, vi spiego io gli imbrogli di Ramon e della sua degna socia la DdP!

    Ne sentirete delle belle questo è certo!

    Vostro Devid81 sempre più agguerrito…e innamorato!

  6. Caro Devid,
    capisco che sei confuso, e ora anche turbato da altro (suppongo un altro bel maschione). Sono stati mesi a dir poco movimentati per te…

    Prima farsi Emilia, la tata di Léon nella suite (credendo si trattasse della DdP), poi rivedere Ramon dopo i trascorsi che ci sono stati… e infine cercare di dare un senso e un ordine al caos che i nostri esperti contribuiscono a creare.

    Lo sai che pure io non mi raccapezzo più tra i tanti ‘amanti’ di costoro?

    Già non capisco come fa Didy a non confondersi, tra Philippe, Bobby e Ralph… poi ci si mette anche Ramon che fa il verso a DdP.

    Insomma, una cosa è certa, nella suite con te c’era Emilia, che a seguito di quanto accaduto ha litigato di brutto col suo boyfriend sposato. E ora è libera, temo per poco…

    Non era dunque Ramon travestito da donna (la colf di cui tu parli), quella semmai potrebbe essere la misteriosa donna della sauna, ricordi, di cui ancora non si è svelato il mistero.

    Ramon sostiene che Emilia fosse DdP nella sua seconda identità, ma non è così, ci metto la mano sul fuoco.
    Ho parlato io stessa con Emilia, mi ha raccontato della serata di fuoco (con candele).
    Lei credeva fosse il suo ragazzo, mai così appassionato e disponibile… invece eri tu.

    Un giorno la Verità verrà a galla, spero.
    Se vuoi un consiglio spassionato, sta’ alla larga dalla Redazione.
    Un covo di matti!

  7. Caro Alan,

    complimenti per il bel articolo e per i bei video.
    Sì effettivamente il primo corto ricorda molto da vicino al disavventura da me vissuta con la DdP nella stanza d’hotel.

    Ora però il solito Ramon inquina le acque affermando che si trattava di lui stesso travestito da donna delle pulizie… non so che dire, sono veramente turbato.

    Ma ho già preparato una lettera per la redazione che dovrebbe chiarire la vicenda…

    Però caro Alan devo confessarti che in questi giorni c’è un’altra persona che sta turbando le mie fantasie…ma te ne parlerò faccia a faccia se mai vorrai accettare il mio invito a venirmi a trovare nel mio modesto appartamentino (sempre tra candele e incensi sia ben inteso).

    Certamente parlerò di questa nuova fantasia nella mia prossima lettera per la posta del cu… Ramon deve sapere!

    Grazie ancora per la tua gentilezza e disponibilità…il secondo video mi ha molto divertito e distratto, e il tipo beh sì non è niente male…ma come ti dicevo ora la mia testa è altrove!

    A presto un bacione.

    Devid81

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.