romanticismo

 

Aprendo gli occhi al mattino, Ramon si accorge che Clarence si sta alzando.

Lo blocca con una mano.

 

(Ramon) – Mio bellissimo, immenso, inimitabile. E unicamente mio…

 

(sornione) – Nun t’allargà, Amore…

 

– Figurarsi… mi fai cascare immediatamente la libido!

 

(ridendo) – No problem, te la rialzo io!

Di’, che vuoi, Biscottino?

 

– Si potrebbe avere la colazione a letto, con un fiore?

 

– Ma se te la porto così ogni giorno!

 

– Sì, ma oggi con un fiore particolare…

 

– Cioè?

 

– Te.

 

(sganasciandosi dal ridere) – Sul vassoio? Allora serve bello grande…

Fa per alzarsi. Ramon lo blocca di nuovo.

 

– Amore, ti ho mai detto quanto ti amo?

 

– Come no. Sempre!

 

 

(serio) – E tu mi ami quanto ti amo io?

 

(ridendo) – A volte…

 

 

Ramon gli molla un buffetto sul fianco.

– Stronzo!

 

(ridendo) – Dai, devo fare pipì. Vado e torno…

 

– No, se mi ami veramente, stenditi qui, vicino a me e coccolami per due ore…

 

– Due ore? Così scoppio!

O preferisci che te la faccia addosso? (e ride)

 

– Però… Potrebbe essere eccitante! E calda…

 

– No, solo sporchevole…

(pausa)

Che ne diresti invece, se proprio vuoi… di farci insieme la doccia dopo la colazione?

 

– Mi inviti a nozze, cioè a pranzo… Capisci a me…

 

– Ma tu, mai ti sazi?

 

– Nel 2040 forse…

 

– Azz, sono nato per soffrire allora…

(pausa)

Anche tu!

Ridendo comm’a cche, si abbassa di colpo su Ramon e lo morde su un fianco.

(Sollevando quindi il capo come un vampiro assetato) – Vuoi ancora che resti?

 

Ramon fa una finta smorfia di dolore.

– Vai, Capo, vai a sistemare la colazione, io resto a poltrire un po’…

 

– T’ha contagiato Paoletta?

 

Clarence si alza ridendo e si allontana.

Ramon affonda la testa nel cuscino.

“Dio, quanto lo amo… Potresti farmelo amare un po’ di meno?”

Senza accorgersene, si addormenta di nuovo. Beato.

 

Sentendosi sfiorare su una spalla, Ramon riapre gli occhi di colpo.

 

vassoio colazione per Ramon– Buongiorno, pigrone!

 

Ramon vede davanti a sé un vassoio con quanto di meglio ci si possa aspettare al risveglio. Ma lo sguardo si appunta soprattutto sul cameriere, che appare completamente nudo. Tranne un magnifico papillon.

 

– Sogno o son desto? Ho le visioni… Sei da infarto, Amore!

 

Davanti alla tazzina col caffè, Ramon scuote la testa.

 

– Come, non lo vuoi?

 

– Prima il dolce!

 

E fu così che – il giorno di Natale – qualcuno ebbe modo di abbuffarsi, senza minimamente alterare i trigliceridi e la glicemia. Prodigi del divino Amore!

 

Ne consegue che per l’anno che verrà Ramon consiglia a tutti moooooolto romanticismo, non solo al mattino: almeno 5 volte al dì. Orario pasti, per intenderci. Poco vegani, e molto a base di carne “umana”.

 

 

Buon Hannibal R. a tutti!

Paoletta, Clarence, Ramon, Tommy, Guglielmo F.

E pure Igor, va’.

papillon

Colazione da Piffany (cioè Paoletta)  

colazione da Paoletta


Colazione da Tommy

colazione da Tommy

 

Colazione da Guglielmo F.

colazione da Guglielmo F. 

 

 

 

 

 

colazione x Cla da Igor

 

 

 

 

 

(questa di lato è per Clarence, da Igor)

 

 

 

 

Colazione di Igor

colazione di Igor  

 

Colazione extra di Igor (festivi)

 

colazione extra per Igor

 

PS
Piffany? Ahahahahah!
Epifany, semmai… Bella, dolce, cara P.

(tuo Igor)

Gamy Moore
Follow me

Gamy Moore

Gamy Moore, ovvero Paoletta, Piumetta, e chi più ne ha più ne metta... Croce e delizia della rete.
Sceneggiatrice, scrittrice, poetessa in rima.
E il mondo viveva meglio prima.
Gamy Moore
Follow me

Latest posts by Gamy Moore (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.