Chi dice che lo scoglio più grande è avere in mano un buon copione?

Quello è solo il punto di partenza.

 

Serve una buona interpretazione, una regia all’altezza, l’ottimo funzionamento del complesso e più di tutto che il pubblico accorra in sala; e applauda, possibilmente. Perché solo un pubblico contento appaga di ogni sacrificio.

Poi se il pubblico diventa folla oceanica, come avviene per i film dello Zalone, che volere di più? Neanche un Oscar forse vale tanto quanto il riscontro popolare.

 

                                applausi                      snoopy applauso 

 

Noi che Zalone non siamo, e chissà mai se lo saremo (mi do del noi per farmi forza) vedevamo come scoglio insormontabile – o comunque scarsamente praticabile – affollare una platea da cento posti. Fatti i debiti conteggi, tra parenti amici e conoscenti non venivano fuori che poche decine di persone – neanche estranee, per di più – dalle quali ricavare un giudizio spassionato e complessivo della messa in scena. Per tacere di coloro che sentendo “Fai uno spettacolo, che bello! Ci sarò” avrebbero senza ombra di dubbio disatteso ogni speranza di trovarli in sala.

 

Una sala semivuota…

Non vi pare un motivo sufficiente per aggiungere altro stress?

Ci sarebbe un’altra ragione più che valida. Senza incassi come paghi le maestranze e come puoi pianificare una tournée? Tralasciando di come tacitare il Produttore, che per quanto paziente – o addirittura santo – prima o poi chiederà di vedere i risultati delle sue precognizioni. Che di solito tardano a manifestarsi.

 

Se volete dunque alleviare i dolori del giovane sceneggiatore – che nel frattempo avrà già i capelli bianchi – c’è un sistema: prendete carta e penna e prenotate senza indugio un posto in sala… Che dico, almeno una decina! Lancio un’idea: riunite per una volta i vostri fidanzati – anche ex o aspiranti tali – per un San Valentino davvero originale. O regalate un biglietto al vostro Amore oltre al classico e squisito Bacio.

In ogni caso, fatevi un selfie per i social esibendo questa locandina. Sarete l’invidia di tutti i vostri amici.

 

locandina spettacolo

 

Se tutto procede per il meglio il povero sceneggiatore diverrà ricco, soprattutto di idee, e potrà deliziarvi con nuovi allestimenti.

Sempre che ulteriore stress non lo uccida prima!

 

 

PS

E per chiudere con Zalone…

Ove mai le cose non andassero per il meglio, a un cambiamento di sesso e di lavoro potrei pensarci. Seriamente.

 

Dite che ora a tremare sarà Nunziante?

 

PS2Sala Uno Teatro

Non fatevi trovare impreparati dunque… 

Alla domanda “Quo vadis?” 

– Qua, da Paolè!   

 

Con buona pace di paperi e papere. 

 

 

PS3
Se non venite voi, veniamo noi da voi, sempre che possiate aiutarci.
Basta poco:
https://www.produzionidalbasso.com/project/una-seconda-possibilita/

 

E per chi ama i selfie “tatuati”, ecco la locandina con polsino firmato.locandina con citazione
Dove trovarla? 
qua

o in giro per Roma, zona San Giovanni, nei pressi del teatro.
Buon selfie!
😉

 

 

PS4
Fateci passare stress e paure. Quali?
Cliccate qui

Gamy Moore
Follow me

Gamy Moore

Gamy Moore, ovvero Paoletta, Piumetta, e chi più ne ha più ne metta... Croce e delizia della rete.
Sceneggiatrice, scrittrice, poetessa in rima.
E il mondo viveva meglio prima.
Gamy Moore
Follow me

Latest posts by Gamy Moore (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.