A cura di Alessandro Greco

Senza peli sulla penna, dove dico, anzi, scrivo quel che penso e penso quel che scrivo. Senza mezzi termini, il che, si badi, è ben diverso dall’essere banalmente “volgari”.

Detesto i giri di parole, i chilometrici discorsi vuoti. Amo la sintesi. Cruda. Pura.

Pertanto, lettori miei, se siete abituati a leggere solo chi la pensa come voi, a essere adulati, compiaciuti da amici e zii, se comprate solo “Best(ie) Seller” dalla  copertina rigida, se, insomma, rientrate nella categoria del “lettore medio italiano”, ossia quello che legge un libro all’anno presentato in pompa magna, suggerito dal settimanale di turno e recensito da “pennaioli a cottimo”, beh, questa rubrica non fa per voi.

Qui si va dritti al succo. La mia penna appuntita è una freccia precisa, che vi colpirà al cuore. I temi trattati saranno principalmente libri (recensioni) e scrittura (consigli, idee), ma anche attualità, politica, religione, vita.
Il tutto condito con un velo di ironia.

A presto.