Lettere del 2 dicembre 2010


Cari Voi,

vengo subito al punto, altrimenti non ho il coraggio di continuare.

Amo il sesso orale, ok l’ho detto, ora sto già meglio. Perché mi è difficile ammetterlo, ma a me il sesso mi piace farlo in maniera drastica. Mi eccita l’idea di sapere che qualcuno ha potere di farmi male (ma non lo fa, cioè si controlla).

Dite che sono strano, malato?

Chiedo sempre alla mia donna di farmi sentire i denti, le chiedo di fermarsi solo quando è troppo, così non si fanno segni, che brucerebbero.

Anche a lei piace il sesso così, e io sono più rilassato perché non c’è limite alla durata, posso andare avanti per ore. E lei non può rimanere incinta.

Non è poco, sapete. Inoltre si evita il rischio di non sentire niente, perché si sente sempre, le mani fanno miracoli, bocca a parte.

Il mio problema è che la mia donna mi ha lasciato, si è messa con mia sorella gemella, giustificando che vuole provare brividi nuovi.

Ho anche un fratello, si vorrà fare anche lui?

E i miei sono ancora vivi…

Roby 32




Risposta di Ramon


Caro Roby,

e si vede che la tua donna non abbisogna più dello stuzzicadenti.



Con affetto

Ramon



Risposta di DdP


Con me non avresti problemi, caro Roby, ma i problemi li avrebbero altri… lascia che la tua donna provi l’infinito del brivido, chissà poi magari ritorna e si fa una ripassatina del Kamasutra di nuovo con te…

 

——-

Amici della Posta


sentite quello che me fanno a me le donne…

Rimedio una ragazza sulla Salaria, saranno state le 22 d’un sabato d’inverno.

Sale su in macchina. M’aspetto che mi dica dove appartarci.

Quella mi guarda co degli occhioni, me dà un buffetto e con la gomma in bocca fa un palloncino, poi me fa: “Me porti a vedè qualcosa, basta che funzioni?”

Ho detto sì, e che dovevo fare? siamo tornati verso il centro, me fermo in doppia fila, cerco di vedere dove lo danno, monto su di nuovo ed arriviamo al cinema, col film che è già iniziato.

Il gestore mi dice che non possiamo entrare, e la ragazza gli risponde: “che me frega? anvedi oh come so’ messa, che ti credi che annamo a fa là dentro?”.

Io divento rosso come un fuoco, mica l’avevo immaginato che il film lei lo voleva fare a me!

Ma come parlano ste donne? io non le capisco.

Mo’ ogni volta le chiedo, che sottintendi?

Daniele

 


Risposta di DdP


“Me porti a vedè qualcosa, basta che funzioni?”


Con ciò intendeva “fammi vedere se m’ispira il film che poi faccio io il resto…”

oppure:

“fammi vede’ come stai messo, che se funziona e me garba te faccio il resto…”


Almeno ora hai una traccia del variegato vocabolario delle passeggiatrici.


Sbagliando s’impara, che te devo di’… prendi sempre la stessa a bordo, oppure, meglio ancora, fidanzatici pure, così vedrai che un giorno o due son sufficienti ad esaurire tutte le voci del vocabolario.


 

Risposta di Ramon


Caro caro Daniele,


mi ricorda quella volta che la DdP mi disse: “Ma tu te la senti veramente di accarezzare la mia micetta?”


Il problema è che la micetta che intendevo io non era propriamente quella che intendeva lei, e la mia risposta affermativa mi è costata due settimane con le mani bendate, grazie ai graffietti della cara Zora (ndr non a caso è la sorella di Léon).


Però anche la DdP era mica stata così chiara: quella non era una micetta, ma una tigre e anche di dimensioni ragguardevoli!


Un abbraccio

Ramon

 

Latest posts by La posta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.