Lettere del 27 maggio 2010


Ma cosa salta fuori da questa lettera? Ramon il bel ricciolino biondo con occhi azzurri, e un ‘lazo’ da paura?

Ma vi rendete conto?

Gentili lettori, mai sentita panzana più grande di questa!

Se fosse la verità, e non ci scommetto una cicca, giuro che mi faccio suora.

E comunque passi pure che Ramon doveva incontrarsi con una signora travestita da vecchietto in una sauna per non dare nell’occhio, ma che ne sia innamorato, questo non è possibile… Ramon ha archiviato da tempo questa parola.

Sono propensa a credere che la dama misteriosa altri non fosse che Pinuccia, la donna delle pulizie, che ormai avanza almeno due stipendi arretrati, visto che il bel Ramon va avanti e indietro per il mondo (per i suoi corsi di aggiornamento, figurarsi…) e dimentica di avere dei dipendenti.

Ma se così non fosse, chi è la misteriosa donna che osa lasciare una dentiera in un bicchiere da cocktail… che mancanza di stile!

In ogni caso, sono aperte le scommesse.

(DdP)

 

—————

Cari esperti,

mi chiamo Giulietta. Abito a Verona e sono una ragazza romantica.

Da due mesi sto con Giulio, e all’inizio filava tutto liscio, lui mi mandava mazzi di fiori, mi apriva la portiera della macchina, mi mandava tanti pensierini. Perfino i cartigli dei Baci Perugina non erano mai poetici quanto i suoi pensieri per me.

D’un tratto (o meglio, dopo un viaggio a Stoccolma) tutto è cambiato, ha cominciato a dire che si era stancato di mandare strofe, che non voleva che mettessi le gonne con le balze, che trovava antiestetici i miei calzettoni sotto i jeans. Poi ha rincarato, ha detto che il reggiseno a balconcino lo trovava sdolcinato, che lui preferisce pensarmi in altre vesti, che voleva regalarmi un tanga o un perizoma come quelli che si vedono al burlesque (che manco so cos’è). Insomma, Jekyll e Mr Hyde.

Potete immaginare come sono rimasta.

Secondo voi, lo devo assecondare, per evitare di perderlo, o è meglio fargli capire che non sono il tipo di ragazza che lui vorrebbe, se gli piace immaginarmi come una spogliarellista?

Non ho nulla in contrario a che si indossi certa roba intima, ma io proprio non mi ci vedo, tuttavia non penso di essere per questo, come lui dice, una ‘suora’.

Giulietta 24

 

Risposta di DdP

Mia dolce fanciulla romantica, se fossi un maschietto saresti certamente il tipo di Ramon, checché (e sottolineo checché…) lui voglia far credere…

Lui adora le carinerie che tu citi, i fiori, la portiera (dell’auto), i cartigli dei cioccolatini (sapessi quanti ne mangia per consolarsi).

Vai benissimo così.

È giusto che tu resti te stessa in ogni circostanza. Se ti senti a tuo agio col reggiseno a balconcino che problema c’è (poi non mi risulta che le suore indossino questa lingerie, suppongo invece delle robuste armature e antiestetiche canotte *).

E poi, quand’anche le suore indossassero i reggiseno a balconcino, che male ci sarebbe?

Se vuoi il mio consiglio, nel balconcino mettici pure due fioriere, così il prossimo Romeo ci si appende meglio.

[* Mannaggia a me e alla scommessa… Se mi freghi, giuro che t’ammazzo, Ramon! oppure con una rima (lima) tagliente ti rendo in tutto simile a Giulietta…]

 

Risposta di Ramon

Cara Giulietta,

il tuo caro Giulio soffre di un sintomo molto chiaro e studiato a lungo dal mio carissimo amico Prof. Salvatore Piccilanima, docente di Sessuologia Applicata Male presso la celebre università di Suzzanghen, piangente località lacustre situata tra il Canton Ticino e l’uscita 12 della Salerno-Reggio Calabria.

Il carissimo Piccilanima ha scoperto che se tu donna viaggi verso il nord Europa con il tuo fidanzato, questo tende a fare dei confronti diretti tra le donne che vede nel nord Europa e la sua compagna. Piccilanima ha constatato che nel 90% dei casi questi confronti sono impietosi per la fidanzata.

Questo gli ha permesso di creare la famosa teoria di Piccilanima, che dice: “Se vai all’Oktoberfest, non ti porti la birretta da casa”.

Il caro professore ha studiato possibili soluzioni a questo problema. La più accreditata e con maggiori percentuali di riuscita consiste nel procurare un grosso shock al tuo Giulio. Il sistema? Semplice: vestiti con guêpière, tanga, calze a rete autoreggenti, minigonna mozzafiato, tacco 16, trucco ultrasexy e labbra rosso fuoco.

Così sistemata vai ad attenderlo dopo la partita in notturna di calcetto con gli amici, ma non fuori dallo spogliatoio, no. Attendilo lungo la statale, e quando lui vedrà qual è la causa della coda chilometrica che lo attarda, vedrai che cambierà subito opinione su cosa devi indossare.

 

————–

Riceviamo e pubblichiamo

 

Cari esperti

Ho letto del Club dell’uomo oggetto fondato da un gruppo di ragazze che vi hanno scritto nelle scorse settimane (quelle del Paradiso).

Come si accede? C’è una selezione, un casting?

Anch’io ne vorrei far parte; fornisco pertanto a voi il mio curriculum, con tutte le misure (e anche le precauzioni adottate). Credete che abbia i numeri per propormi?

Visto che ci sono, mi propongo anche come baby sitter per quelle signore che avendo bambini non sanno come conciliare. Sono infatti attualmente disoccupato e così potrei unire l’utile al dilettevole.

Ci tengo a precisare che io diletto, e mi diletto, molto, sul letto o dove si preferisce.

Inoltre c’ho il motorino, arrivo dovunque, anche oltre il raccordo anulare.

Attendo con ardore.

Riccardino de Trastevere


Risposta di DdP

Faresti da baby sitter anche a un ragazzo un po’ più grande?

 

Risposta di Ramon

Caro Riccardino,

intanto ti voglio mettere bene sull’avviso: club di questo genere possono riservare splendide sorprese, ma anche terribili incubi… potresti finire posseduto da mille donne, così come deriso dai tuoi compagni di club.

Già il fatto che tu abbia il nome che finisce in diminutivo non va a tuo favore (non so se mi spiego).

Comunque, sì, ci sono delle selezioni da fare: intanto mandami un tuo book fotografico, il curriculum vitae sessuale (chi, come, quando), lettere di raccomandazione (se non ne hai nemmeno una, non ti presentare neppure), tempi di durata attiva e passiva, specialità, posizioni, tenuta e dimensioni. Una volta ricevuto il tutto e valutato con attenzione, se degno di considerazione, sarà mio interesse inviarti un invito per un incontro privato presso l’albergo “All’incrocio” lungo la provinciale 62, all’altezza del capitello e del bar “Da Inga – Solo qui, i migliori wurstel per voi”.

Se, e solo se, supererai anche questo ultimo scoglio, allora invierò i tuoi dati al club proponendo un tuo ingresso.

Preparati, e bevi tanto Vov!

 

————

 

Cari Lettori,

 

Qui è Ramon che parla, con riferimento alla famosa lettera di Sensi e Bisensi e la risposta della Dama. Dovete sapere che in redazione, per evitare problemi, abbiamo un server comune. A volte capita di leggere cose scritte da altri, lasciate inavvertitamente sulla cartella sbagliata. Questa per esempio era su C:\DdP\Privato\Assolutamente_privato\Ramon_stacci_alla_larga\Ramon_ultimo_avviso\Quel_*#!?#*_di_Ramazzo.doc, protetto dalla password “cuciniamobigazziarrostoconlepatate”. Come vedete, ci sono capitato per puro caso. E mi sembra assolutamente indispensabile che voi ne siate a conoscenza:

 

Spett.le “Sensi e Bisensi”

Att.ne: Quel gran cornuto di Ramazzo (e parlo a ragion veduta)

 

Oggetto: Mancate prestazioni da parte di Sensi e Bisensi

 

Brutto muso,

Innanzitutto vorrei sapere come ti sei permesso di mandare una mail di questo tipo alla redazione del mio giornale! Solo per questo, meriteresti di essere spellato vivo.

Poi c’è l’enorme impianto di bugie che hai costruito attorno a questo caso. Vogliamo veramente parlare di quello che hai fornito? Vogliamo?

Allora prendiamo punto per punto le tue accuse:

  • Costruire un costume da lumaca, completo di corazza in kevlar alleggerito: il tuo famoso kevlar, da attento esame, è risultato essere un composto di sterco di mucca, guano di rondine, trucioli di compensato e cornflakes al cioccolato. E il cioccolato, a me, procura l’orticaria!
  • Le antenne iodizzate sono due vecchie antenne radio estraibili delle Fiat 128, talmente arrugginite che prima di toccarle ho dovuto fare la vaccinazione anti tetano.
  • Lo spruzza bava a regolazione termica deve avere qualche problema nel sistema di regolazione, perché la temperatura minima a cui la bava esce è di 135°C. Il primo partner (l’unico, a dire il vero, decente) è ricoverato ancora al Fatebenefratelli con ustioni del 4° grado, particolarmente in quelle parti lì!
  • I due porno attori francesi alti 1,60, specializzati in ruoli in costume e che mangiano solo ostriche, foie gras, caviale beluga e tordi farciti sono arrivati, si sono infarciti e dopo hanno pisolato per 36 ore consecutive, distesi sopra di me.
  • La produzione speciale di preservativi a forma di forchettine leva lumache è stata commissionata dalla Hatu a una subsidiaria cinese, che ha sbagliato a leggere le specifiche e ha prodotto dei preservativi normali con attaccate una serie di forchettine in acciaio inox. Ora, va bene un po’ di sadomaso, ma questo è esagerato anche per me!
  • Quando parli di collaborazione con la Nasa e il Cern per la pinza per lumache giganti spiega chi sono Nasa e Cern: Nasa Roberto, tuo cognato, e la sua ditta, la Costruzioni Edili Roberto Nasa. Ha costruito la pinza in cemento precompresso, e usato per il sistema di chiusura i cilindri che azionano le leve del Caterpillar. Per mia fortuna ho fatto un test prima di affidarmi a tale marchingegno: ho piazzato il costume da lumaca completo, riempito con un manichino a forma di Beppe Bigazzi e ho azionato le pinze. Ho qui sopra la scrivania il cubetto 10×10 che è rimasto dalla stretta della sua pinza.

Vogliamo poi parlare dei tuoi amici, quelli potenti che tu mi hai mandato da soddisfare per poi poterti avvalere dei loro favori? Partiamo da quelli al governo adesso:

  • Il primo è stato quello piccolino, quello che doveva fare il sindaco al nord: ha passato tutta la notte a fare “Hop, Hop, Hop”, sì insomma, a cercare di saltare sopra il letto che non riusciva a salirci.
  • Il secondo, quello delle emergenze, che ha voluto prima allagare la stanza che altrimenti non si eccita. Poi è scoppiato a ridere e non ha più combinato nulla!
  • Il terzo, il ministro lì, quello che ora si è licenziato, ha voluto la stanza completamente tappezzata di foto del Colosseo, e me dentro una enorme busta!

Ma tu pensi anche al futuro, e mi hai mandato pure quelli dell’altro lato:

  • Altro lato ma anche altra sponda: l’ex presentatore lì era solo interessato a sapere se veramente le lumache sono ermafrodite, e sì, insomma, voleva a tutti i costi che la parte attiva la facessi io!
  • E quello coi baffi poi? Quello che va in barca a vela, quello mi voleva vestire tutta con la bandiera della sua parte, e poi avere solo rapporti anali: ha detto che si eccita solo quando incula il suo partito!

Ma il massimo è stato quando mi hai mandato il Grande Capo: prima mi ha chiesto se conosco un certo tizio da Bari, e poi se ho meno di diciotto anni. Quando ha ricevuto due “No” come risposta, ha preso e se n’è uscito dalla porta!

Ritieniti dunque fortunato che non mi rivolga alla polizia o meglio ancora ad alcuni miei carissimi amici per risolvere questa questione! Attendo subito una tua lettera di scuse, in cui precisi di aver spedito la lettera alla Dama sbagliata!

A mai più

DdP

Latest posts by La posta (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.