beautiful

 

“Il triangolo no, non l’avevo considerato”.

Cantava così Renato Zero, al secolo Renato Fiacchini, nel 1978. L’allora giovane cantautore dall’ambigua personalità sulla quale ha costruito almeno i primi anni della sua lunga carriera, raccontava in musica con studiati doppi sensi di un triangolo sessuale.

Nel testo un uomo accetta un invito a casa di una donna, certo dell’epilogo tra le lenzuola.

Hai visto mai!

La donna, però, non è dello stesso avviso o meglio vuol sì finire a rotolarsi con il suo ospite, ma in contemporanea gradirebbe la presenza di un altro uomo: il triangolo, appunto.

Ebbene, la storia dei triangoli amorosi accompagna il genere umano da tempi ben più antichi rispetto al brano di Renato Zero.

E sembra proprio che gli autori di Beautiful, la soap opera che ce le sfracassa da oltre vent’anni, non possano farne proprio a meno.

Un chiodo fisso il loro che mi ha fatta crescere con il dubbio che la mia famiglia fosse sbagliata.

Perché i miei genitori si sono sposati solo una volta?

Che vita noiosa!

In principio il triangolo interessò Brooke Logan la sempre calda (ma si può tenere un letto in ufficio?), Taylor la psichiatra pronta a prendersi sempre gli scarti (un po’ di amor proprio su!) e il mascellone irresistibile (ma anche no!) Ridge Forrester .

Negli anni il tira e molla tra i tre protagonisti che di tanto in tanto sposavano il passante di turno o il parente che non ti aspetti giusto per gradire, ci ha accompagnati fino a sfinirci.

Dopo il primo matrimonio con Caroline Spencer (pace all’anima sua!) il rampollo dei Forrester inizia il suo andirivieni tra la Logan e la dottoressa.

Per ben sette volte Ridge sposerà Brooke. Nel mezzo altri matrimoni, alcuni non celebrati, con Taylor.

E si balla!

Il tutto sembrava avviarsi alla fine quando i tre protagonisti stavano diventando irriconoscibili. Il botox li ha resi simili all’uomo e alla donna gatto!

Ma no!

Il produttore Bradley Bell, infatti, ha voluto riproporre un nuovo triangolo. Nulla di nuovo se non il trio: Liam Spencer, Hope Logan e Stefy Forrester.

A parte che, sia nel caso di Ridge Forrester che in quello di Liam Spencer, ho mai capito cosa ci fosse di irresistibile (ma io sono strana mi sa), ho capito anche meno come due donne possano contendersi un uomo per tutta la vita.

E sì l’amore, ma trovo francamente avvilente pensare di dover vedere scene di questo tipo e, sebbene sia chiaro sia una soap opera, non è così strano trovarsi dinnanzi a donne che perdonano tutto. Proprio tutto.

Ma perché?

Forse non meritiamo un po’ di più di un uomo indeciso?

Non sarebbe meglio per una volta unire le forze e prendere a calci in culo il porco schifoso che si prende gioco di noi?

L’amore è una geometria e allora non è meglio abbandonare il triangolo a favore di una linea retta?

Perché, donne, non sono io a dirlo ma è meglio sole che male accompagnate per quanto, come diceva Pablo Picasso, non c’è nulla di più difficile di una linea.

Andare avanti da sole non sempre è facile, ma vuoi mettere la soddisfazione? Of course baby!

                                                                                                                       

linea picasso

libere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.