impastarsi

 

Ci sono cose nella vita che non vorremmo mai far sapere… ci sono cose che vorremmo tenere nascoste… Ma se restano sulla scrivania o a portata di mano, come può uno che fa il mio mestiere ignorarle?

Il Farina sta qui per questo, perché il Farina può tutto, o quasi… impastarmi con la mia bella dama, no?

 

  

Ecco le lettere mai pubblicate, motivo della partenza di Ramon.

 

 

 

Gentile esperto Ramon,

 

ho bisogno del suo aiuto.

A lei è mai capitato di far trombetta? Mi spiego. Mi capita sovente di far aria mentre sono con un partner. Niente di male, è capitato pure ad altri che conosco. Però ultimamente mi succede di emettere rumori che ascoltati in sequenza sembrano veri e propri assoli. È come se avessi uno strumento in quella zona…

L’altra sera il mio partner ha risposto a un do con un’altra nota e per poco non ci siamo messi a duettare coi nostri fiati…

Adesso magari lei riderà, ma io ho bisogno di capire cosa mi succede, se è normale… mica lo posso spiegare al mio medico curante che mi capita di suonare col sedere…

Mi aiuti, se crede posso farla assistere a un concerto.

 

Salvo da Ragusa

 

 

Post di DdP a Ramon del 22 settembre

 

Domani, quando vai in Redazione, da’ subito un’occhiata alle lettere cui dobbiamo rispondere… quelle che ti ho evidenziato… Già mi figuro la tua faccia…

 

Meno male che Salvo l’ha chiesto a te, Ramon, mi sto scompisciando dalle risate da quando l’ho letta e da allora sto sempre in bagno…

A proposito, l’hai visto Il petomane col mitico Ugo Tognazzi?

 

 

 

Comunicazione via e-mail di Ramon a DdP, quello stesso giorno

 

Letta. Ora che caspita rispondo a questo?

Ridi tu, signorina, bell’aiuto che mi dai…

Ma a voi donne non scappa mai di fare schifezze?

 

Mi toccherà chiamare rinforzi, mi sa che vado da Met-An-Ho… lui sarà contento di vedermi, io no… tiè fa pure rima.

Mi raccomando, mentre sono via non ti dare alla pazza gioia, che poi le prendi.

 

——-

Quesito del Direttore a DdP (metà ottobre)

Sono passate 2 settimane da quando è partito, ma di Ramon neanche l’ombra… Com’è che si fa vivo a sprazzi, come se stesse in apnea? Con tutto quello che lo paghiamo…

 

 

caldoRisposta di DdP

Direttore, non lo chieda a me. Ogni volta che mi chiama sembra che stia boccheggiando… Temo abbiano fatto qualche strano test col Professore.

 

 

Fax di Ramon

Direttore, ma sempre rompe?

Non posso rispondere! Non dovrei neanche aprire bocca senza mascherina…

 

Direttore

Che diavolo è successo?

nube tossica 

 

Ramon

Si è sviluppata una nube tossica nel raggio di 70 km quadrati.

Passo e chiudo (spero non per sempre).

 

 

 

Diktat del Direttore a DdP

Allora vedi di rispondere te, perdiana!

Che figura ci facciamo?!

 

 

Replica di DdP

Direttore, ma sempre a me le rogne?

 

Risposta via e-mail di Ramon a DdP

Sei donna, sei nata per soffrire.

E stai zitta, per favore.

 

DdP a Ramon

Io t’ammazzo, quando torni. E se non torni t’ammazzo ugualmente.

 

Ramon

Non aspetto altro, almeno passerai sul mio corpo.

Sai che ti dico? non rispondo né svelerò mai che è successo, neanche sotto tortura.

Però se mi torturi tu…

 

DdP

Sai dove devi andare, Ramon?

 

Ramon

A prendermela là, lo so.

 

 

Risposta di DdP in luogo di Ramon

 

Ci scusiamo con tutti Voi, e in primo luogo con Salvo da Ragusa, per l’impossibilità del nostro esperto Ramon a rispondere al quesito di questo gentile lettore.

Ramon è stato dapprima bloccato in aeroporto a causa della nube tossica sviluppatasi nell’area urbana in cui risiede il Prof. Met-An-Ho (che gentilmente si è offerto di fornire consulenza professionale); in seguito ha lamentato egli stesso danni a carico del sistema respiratorio, per i quali è in corso di trattamento con ossigeno-terapia a domicilio*.

 

Nel frattempo invitiamo le SS.VV. al concerto per fiati della band ‘Asfissiati ma Salvi’ che si terrà con cadenza settimanale – a partire dal 30 ottobre 2010 – nell’Aula Magna della Facoltà di Scienze in collaborazione con il Reparto di Gastroenterologia dell’Istituto San Gervasio di Roma (presso il quale potrà esporre il suo caso).

 

Trattandosi di evento di natura molto particolare, si consiglia di munirsi di spray di rinvenimento non contenenti gas infiammabili, e/o altro rimedio casalingo atto a contenere eventuali danni a carico dell’apparato respiratorio.

 

Nota di DdP

*Il medico è pure un bell’uomo, ma guarda che combinazione…

 

 

——-

 

busta spesaCari Ramon e DdP,

 

so che siete molto aperti come idee, ma insomma, se credete che non si possa per decenza rispondere a questa mia non me la prendo.

Mi chiamo Teresa (lo so, fa rima con la busta della spesa, come dice mio marito).

Il suo problema non è che parla in rima, sennò mi rivolgevo solo a DdP, bensì che la notte sotto le lenzuola me ne fa di tutti i colori, anzi dovrei dire odori… A parte che va matto per le fave e le cicerchie, ma insomma qualche volta ci si mette pure la cipolla. Vi lascio immaginare come mi inonda. Qualche volta ho dovuto dormire sopra il copriletto, tanto era il fetore che emanava dall’interno. Perché la cosa si ripropone a ondate regolari, circa un’arietta ogni mezz’ora. Da qualche giorno infatti dormo nel soggiorno, con la scusa del russare (sempre suo, ovviamente).

Gliel’ho detto in ogni modo che la sera non si può mangiar pesante, ma lui è peggio di un mulo, non lo smuovi. Ho cercato pure la cipolla di Tropea, ma lui dice che preferisce quella forte.

Sono disperata. Rispondetemi prima che rimanga morta asfissiata.

 

Teresa l’incompresa


 

 

Risposta di DdP

 

Azz, a Teresa mi tocca rispondere…

 

 

Sfortunata amica,

ricordo di aver letto un racconto della signora Gamy in cui una finta vedova si lamentava delle ariette di suo marito, un boss, emesse con cadenze di un quarto d’ora… e lui andava pazzo per i fagioli e le cicerchie.

 

Illuminaci: sono peggio i fagioli e le cicerchie, o le fave e le cicerchie?

 

Consolati: a te toccano solo due ariette all’ora, e hai già trovato il rimedio da sola, stargli lontana come puoi, lavando spesso lenzuola e copriletto, e consolandoti tu, sei vuoi, con la cipolla di Tropea.

 

Potrei proporti un altro rimedio radicale, ma poi tu finiresti dentro e accuseresti me di istigazione a delinquere o peggio come mandante.

 

Vi sarebbero altri strumenti legali, ma vanno per le lunghe, e forse saranno superflui se la situazione peggiora e non ti dai una mossa.

Do per scontato infatti che tu abbia provato ogni altro rimedio farmacologico o casereccio, atto a prevenire o ridurre il danno…

 

Che ti devo dire, ti mando una cassetta di candele profumate, ne ho a dozzine, grazie alla mia devota colf Emilia, che tanto ha a cuore il mio Léon.

Léon talvolta ha poco da invidiare al tuo stupendo maritino, dipende con che cosa ha deciso di fare colazione

 

Senti, ma pure tu sei di Galatina?

 

 

Risposta di Ramon

BASTAAAAAAAAAAAAAAA!!! Non ne posso più!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Mi dimetto!

 

 

allarme nube

(Dall’inviato Farina “00”)

 

 

(SCOP, Società Cooperativa Organizzatori Panzane)

 

Latest posts by (Collaborazione esterna) (see all)

One thought on “Scoop by SCOP – Fatti e misfatti in Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.