di Claudia Crocchianti

 

Fino al prossimo 20 luglio, il Palazzo delle Esposizioni di Roma ospiterà la mostra “Pasolini Roma”, a cura di Gianni Borgna, Jordi Balló e Alain Bergala in collaborazione con tre capitali europee, Barcellona, Parigi e Berlino.

L’esposizione, nata per celebrare il rapporto tra Pasolini e Roma, è organizzata cronologicamente in sei sezioni, ognuna con una serie di documenti che riguardano la vita intima di uno dei più grandi intellettuali del XX secolo. Si va dalla Stazione Termini, al quartiere Pigneto, dove furono girate le scene di Accattone (1961); da Piazza del Popolo, luogo d’incontro con Moravia e Morante, all’Idroscalo di Ostia, dove Pasolini fu assassinato nel novembre del 1975; dal Cimitero Acattolico di Piramide, dalla cui visita Pasolini trasse ispirazione per Le ceneri di Gramsci (1957), alle dune di Sabaudia, dove comprò casa con Moravia, fino alla torre di Chia, il suo ultimo studio segreto, scoperto durante le riprese de Il Vangelo secondo Matteo (1964).

 

«Pasolini Roma»

a cura di Gianni Borgna, Jordi Balló, Alain Bergala

Palazzo delle Esposizioni

Via Nazionale 194 – Roma


Fino al 20 luglio 2014

 

Per info: http://www.palazzoesposizioni.it/categorie/mostra-pasolini-roma

  

Editing by Maria Montefrancesco

Latest posts by (Collaborazione esterna) (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.