di Elisa Scaringi

  Globe Theatre Roma

 

Per festeggiare la ricorrenza dei dieci anni di attività, Gigi Proietti ha inaugurato la stagione 2013 del Silvano Toti Globe Theatre di Roma, di cui è direttore artistico, tornando alla regia con un nuovo allestimento di Romeo e Giulietta, in scena dal 9 al 28 luglio e dal 6 all’11 agosto.  

Inoltre, per la prima volta a ventidue anni dalla sua prima rappresentazione, dal 31 luglio al 3 agosto il Balletto Nazionale Slovacco ha messo in scena il Romeo e Giulietta di Massimo Moricone.

«Ho sempre pensato che la festa a casa Capuleti fosse una specie di sliding door, che attraversata o evitata conduce a storie diverse.» spiega Gigi Proietti. «Se Romeo decidesse di non andare alla festa? E se tutta la storia fosse solo il sogno di una giovane mente eccitata dall’amore? E se fosse proprio l’amore la chiave che apre le porte del tempo proiettandoci nell’eterna favola dei due innamorati? Da qui sono partito per decidere di collocare la prima parte ai nostri giorni. La festa è un ballo in maschera, che dopo il primo sguardo e la fatidica scintilla si trasforma in un sogno di epoche lontane. Il pubblico si vedrà riflesso nella storia, in un gioco di specchi in cui si raccontano due realtà, due secoli, due mondi.»

Riccardo Cavallo firma poi la regia del Sogno di una notte di mezza estate, in scena per la settima volta consecutiva, dal 13 al 25 agosto. Sarà poi la volta del Riccardo III per la regia di Marco Camiti, dal 29 agosto all’8 settembre. Chiude la programmazione del decennale, Re Lear, dal 12 al 22 settembre, con la regia di Daniele Salvo, che affronta il testo con una compagnia formata quasi interamente da giovani.

Romeo e Giulietta 

Latest posts by (Collaborazione esterna) (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.