B come Bat-caverna

Vi ricordate la storia della Bat-caverna del figlio di Letizia Moratti? Ora è venuto fuori che prima di un’ispezione erano stati rimossi i mobili e riempiti gli spazi con materiale edile e ferramenta varie.
E si è venuto a sapere pure che in casa, regolarmente denunziate, c’erano quattro pistole, un fucile a pompa marca Fabarm, una rivoltella Uberti e una carabina Beretta.
Nella casa c’era pure un poligono di tiro.
Non vedo la notizia.
Tutti sanno che nella Bat-caverna ci sono le armi e un poligono di tiro e che deve essere mimetizzata.
Sennò che Bat-caverna sarebbe?

 

B come Beatrice Nefertiti
Beatrice è una gatta siamese amica mia e ha appena pubblicato un libro: La Gatteria di Piazza delle Erbe.
I miei 16 gatti non vedono l’ora che io glielo legga.

 

C come Cameron
Il primo ministro inglese Cameron attaccato dai tabloid inglesi perché ha dimenticato la figlia in un pub.
Dai, può succedere a tutti di dimenticare qualcosa in un pub… che so, l’ombrello oppure i guanti…

 

C come Cassano
Minchiata dell’omofobo Cassano (nessun problema di querele: Cassano mica lo sa che significa omofobo) sui gay.
Ma vorrei sapere chi è stato quella testa fina che ha fatto proprio a Cassano, erudito opinionista, la domanda sui gay.
Il tema non doveva essere gli Europei (sì, proprio quelli per cui in Ucraina hanno sterminato i cani randagi)?

 

C come Catania
A Catania c’è un quartiere vicino all’aeroporto, il quartiere Santa Maria Goretti, che spesso si allaga per le esondazioni di un torrentello. Niente di apocalittico, ma è seccante entrare e uscire dalle finestre.
Allora il sindaco che fa? Fa le opere dovute per evitare le esondazioni? No, meno costoso (meno costoso?????!!!!!!!!!) spostare tutto il quartiere in un altro posto. E magari al posto del quartiere farci un parcheggio per l’aeroporto e qualche albergo.

 

C sempre come Catania
A Catania salta il concorso per l’Agenzia delle Entrate. Circa 3000 persone si sono presentate alla selezione per 250 posti di funzionario amministrativo tributario. Non sono state nemmeno aperte le buste. Solo a metà pomeriggio è stata ufficialmente annunciata la sospensione della prova. Le operazioni preliminari erano andate per le lunghe (e ti credo con 3000 persone… ma non lo sapevano prima?) e intorno alle 13.00 sono cominciate a circolare le risposte provenienti da Palermo.

 

C come Comiso
C’era una volta l’aeroporto di Comiso. L’aeroporto era nuovo, inaugurato nel 2007. Questo aeroporto ogni tanto cambiava nome da aeroporto Pio La Torre ad aeroporto Magliocco e viceversa. L’aeroporto dava lavoro a 149 dipendenti e aveva giustamente 60 pompieri per le emergenze.
Ma l’aeroporto era profondamente infelice, perché gli mancava qualcosa.
Nessuno voleva pagare i controllori di volo, né la regione, né lo Stato e neppure l’ENAC e così gli mancavano gli aerei.

 

C come cosciotto
Un porno attore in Canada ha ucciso un amico, lo ha sezionato e poi ha mandato per posta i pezzi a vari indirizzi.
Vuoi vedere che quel buon cosciotto d’agnello, che mi son mangiato tre settimane fa e mi era arrivato per pacco espresso…

 

G come grillini
I grillini in difficoltà per formare la giunta a Parma. Bisogna capirli, gli è capitato di vincere le elezioni e non se lo aspettavano.
Certe disgrazie arrivano all’improvviso.

 

I come inutile
Trentasei pratiche di finanziamento in sette anni. È questo il risultato del lavoro dell’Istituto per lo Sviluppo Agroalimentare, società finanziaria partecipata al 100% dal ministero delle Politiche Agricole.
All’Isa ci sono 34 dipendenti (4 dirigenti, 16 quadri e 13 impiegati) e per i loro stipendi, più quelli di 7 collaboratori a progetto e dei vertici dell’Istituto, lo Stato paga ogni anno 5 milioni e 721 mila euro. Cioè una media di oltre 100 mila euro l’anno a compenso.

 

L come Lombardo
Politica creativa.
Se l’ex onorevole non può, al suo posto va la compagna. Il viaggio della macchina sforna-nomine di Lombardo, governatore della Sicilia, non si ferma. Anzi, offre un nuovo inedito spunto di riflessione: la designazione in quota familiare. La vicenda riguarda una delle società regionali che animano l’universo del sottogoverno di Palazzo d’Orleans: Lavoro Sicilia. Qualche settimana fa Lombardo aveva nominato il nuovo presidente, puntando su un’opzione politica. Premiando, ovvero, un fedelissimo quale Toni Rizzotto, ex deputato dell’Mpa e presidente della Commissione Sanità dell’Ars.
Ma Rizzotto al momento dell’insediamento ha dovuto rinunciare, perché la nuova carica sarebbe stata incompatibile con il suo impiego di dirigente comunale. Il governatore ha così dovuto guardare altrove. Ma non troppo lontano: la scelta è caduta su Salvina Profita, psicologa e, vedi i casi della vita, compagna dell’onorevole Rizzotto.

 

M come mafia
A Ponteranica, in provincia di Bergamo, il sindaco leghista da tre anni tenta di far cambiare nome alla biblioteca comunale intitolata a Peppino Impastato.
Domanda: se il sindaco è contro Peppino Impastato che è morto per combattere la mafia, a favore di che cosa è il sindaco leghista?
Dopo la ‘ndrangheta anche la mafia. Questi leghisti non si negano niente.

 

M come Maltese
Divertente l’articolo di Curzio Maltese sul Venerdì di Repubblica dove ricorda uno spettacolo di Beppe Grillo, prima dell’entrata in politica, dove Beppe respirava le emissioni di una macchina a idrogeno posta sul palco, per dimostrare che erano innocue e quindi si poteva inquinare di meno.
Poi finito lo spettacolo la macchina veniva caricata su un Tir e Beppe andava via su un Suv.

 

O come Olgettine
Impagabili le testimonianze sulle feste di Arcore delle Olgettine, alcune delle quali hanno ammesso di lavorare attualmente per Mediaset o abitare gratis nelle case di Silviuccio loro oppure di ricevere aiuti finanziari sempre da Silviuccio.
“Normalissime” cene in casa Berlusconi, le ragazze rimanevano “al massimo in biancheria intima”. Ma “senza volgarità”.
E al giudice che le ha domandato se si levavano anche le mutande e il reggiseno ha risposto: “Le mutande no”.
Come un disco le dichiarazioni.
Quindi niente Bunga-bunga, niente spogliarelli integrali.
Alcune restavano a dormire “per affetto” altre “per motivi di lavoro”.
Motivi di lavoro, appunto, come volevasi dimostrare.

 

P come Papa
Il Papa a Milano si è scagliato contro aborto ed eutanasia.
Bravo, ha capito bene quali sono gli interessi della gente in questo momento.

 

P come povertà
Formigoni, se ricordiamo bene, apparteneva all’inizio della sua carriera politica a una corrente religiosa, per non fare nomi, che gradiva dai suoi adepti i voti di povertà e castità.
Per la castità non ne sappiamo niente, ma come povertà possiamo testimoniare che Formigoni ha davvero vissuto come un asceta, non spendendo niente per i beni materiali, nemmeno quando andava in vacanza (anzi, specialmente quando andava in vacanza), tanto che ha potuto prestare l’intero equivalente del suo stipendio di questi anni come governatore della Lombardia a un suo amico che voleva comprare una villa in Sardegna.

 

R come rugby
A Roma stanno spendendo 33 milioni per fare la città del rugby.
Ma a rugby non possono giocare. Almeno seriamente. Hanno fatto il campo e le tribune ma lo hanno fatto troppo corto, non regolamentare.
Ecco perché non arrivo a fine mese, ecco dove se vanno i miei soldi.
Maledetto Alemanno!

 

S come Saviano
Grillo ha detto: “Non fregheranno i 5 stelle con Saviano, Passera e Monti.”
Che cavolo c’entra Saviano?

 

 


Si ringrazia per l’editing Benedetta Volontè.

 

Latest posts by Giovanni Merenda (see all)

3 thoughts on “Alfabeto minimo n. 26

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.