puzzle/ tasselli                

 

Io credo che la vita sia più piacevole se accompagnata da una bella colonna sonora.

Io credo che se facciamo del bene lo facciamo per noi stessi ed è giusto così, ci deve bastare. La gratitudine è tra le virtù meno praticate.

Io credo che i cretini resteranno sempre cretini vita natural durante. Al massimo possono aspirare a una promozione a cretinmaggiore.

Io credo che il cattivo gusto dovrebbe essere un reato punito con una multa.

 

Io credo che un mondo senza religioni sarebbe un mondo migliore e più pacifico.

Io credo che dobbiamo essere grati ai nostri animali quanto lo debbono essere loro a noi se li trattiamo bene.occhio pesto

Io credo che molti uomini siano i veri animali e non nel senso migliore del termine.

Io credo che le certezze nella maggior parte dei casi siano delle malattie. Meglio tanti sani dubbi. Aiutano pure a crescere.

 

Io credo, naturalmente, nella parità dei sessi. Ma credo pure che nessun uomo capirà al 100% per cento una donna e nessuna donna capirà al 100% un uomo.

Io credo che sia opportuno frustare quelli che volutamente scambiano causa per effetto capovolgendo il torto e la ragione.

Io credo che l’adolescenza sia per tanti il periodo più infelice della vita.

MartiniIo credo che nei momenti di crisi un Martini ben secco alle 8 di sera sia meglio di un Tavor.
                                            

Io credo che nei momenti di crisi 2 Martini siano meglio di uno.

Io credo, per esperienza personale, che 3 Martini siano troppi. Meglio 2 e mezzo. molti martini

Io credo che nella nostra vita noi senz’altro incidiamo con le nostre scelte e i nostri comportamenti. Ma non dobbiamo sottovalutare il caso. Le vite sono piene di sliding doors.

Io credo che la morte di una bella persona sia nello stesso tempo un fatto naturale e uno spreco che la natura si permette.

 

Io credo che la qualità della vita sia più importante della vita stessa.

Io credo che l’amicizia di un uomo con una donna senza implicazioni di sesso sia una condizione normale e frequente. Molto spesso il mio migliore amico è stata una donna.

Io credo che più che l’amicizia esistano i momenti di amicizia.

Io credo che i sapori del cibo peggiorino ogni anno che passa.

 

pecora neraIo credo che la saggezza sia una virtù, ma soltanto in vecchiaia. Non la consiglio ai giovani.

Io credo che molti vivano senza neppure accorgersi di essere vivi.

Io credo che basti leggere molto i libri giusti per poter già dire di non avere sprecato la propria vita.

Io credo che le stampanti mi odiano.

 

Io credo e so che è davvero stressante avere incubi tutte le notti come succede a me dall’età di quattro anni.

Io credo che fare u sceccu nto lenzolo* sia un atteggiamento che riesce solo all’inizio. Se perseveri la gente ti sgama.

Io credo che molti non facciano u sceccu nto lenzolo, ma siano proprio scecchi.

Io credo che il coraggio nasca dalla paura. Senza questo passaggio è solo incoscienza.

 

Io credo che alcuni aforismi di Oscar Wilde siano tra le cose più intelligenti e più rivoluzionarie mai scritte.

Io credo che la leggerezza sia un dono naturale.

Io credo che se non scegliamo l’eremitaggio in una grotta lontana dall’umanità saranno in molti a romperci le palle.

Io credo che gli uomini che piacciono alle donne emanino un odore particolare che le donne percepiscono senza saperlo.

bere

Io credo che, per quanto ami Shakespeare, la più bella storia d’amore dal punto di vista letterario non sia Giulietta e Romeo, ma L’amore ai tempi del colera.

Io credo che chi legge Cent’anni di solitudine, non possa fare a meno di leggerlo almeno tre volte.

Io credo che voi abbiate capito che a me piace Gabriel Garcia Marquez. Aggiungeteci pure Shakespeare, Sciascia, Catullo e Le Carré.

Io credo che quasi nessuno nella vita riesce a fare quello che voleva fare, ma se almeno smette di fare le cose che non gli piace fare, il bicchiere sarà mezzo pieno.

 

Io credo che il 95% delle trasmissioni televisive siano responsabili del rincoglionimento del 95% delle persone che le vedono.

Io credo che un 15% di anarchia in ognuno di noi sia non solo tollerabile, ma anche auspicabile.

Io credo che si possa sopravvivere anche se non si è letto tutto Proust.

Io credo che l’inno italiano sia veramente brutto. Brutta la musica, brutte le parole che nessuno ricorda escludendo i primi versi. E poi è un inno bellicoso e noi non siamo bellicosi.

 

note

Io credo che andrebbe benissimo come inno Dove sta Zazà. Molto più adatto al carattere degli italiani. E si potrebbe anche ballare oltre che cantare.

Io credo che purtroppo una grossa minoranza dell’umanità non possa vivere senza qualcuno da odiare. Siano gli omosessuali o i migranti o i fedeli di un diverso Dio.

Io credo che tutti gli omofobi vadano sodomizzati. Ma ho paura che gli piacerebbe.

Io credo che nel mio egocentrismo magari vi affliggerò con altri Io credo che.

 

(n.d.e.)
*Modo di dire utilizzato a Messina: “L’asino nel lenzuolo”.

Viene detto a qualcuno che fa il finto ingenuo, a chi vuol far credere di non sapere di cosa si sta parlando, di non aver visto o di non conoscere nulla, in base alla situazione di riferimento. Rivolto quindi a chi non è per niente ingenuo, ma tenta di fare il furbo.

http://www.ilovemessina.it/u-sceccu-nto-linzolu/

 

asino

(Editing by Gamy Moore)

Latest posts by Giovanni Merenda (see all)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.