oops

Io ci provo a non essere una tigna, ma è più forte di me. Tutto nella realtà che mi circonda mi impedisce di dispensare dolcezza, così assecondo la mia natura e vado avanti fieramente tignosa e rompiballe.

Del resto si prova un gran gusto a dire ciò che si pensa soprattutto quando si sa bene che nessuno, io per prima, è esente da critiche anche feroci.

E chi se ne…

Così dopo l’uomo che sussurrava alla Panda ho avuto modo, stavolta, di osservare da vicino un esemplare di donna molto in voga.

La dama dalla spallina calata è una donna apparentemente sicura di sé, convinta della sua bellezza, una donna che vola e non cammina e che lasciva fa giochetti pseudo sexy con striminziti top.

Sopravvalutata! Ovviamente…

Sì perché sopra i jeans portati calzando stivaloni da cowgirl anche con 40 gradi (ma ti immagini la sera quando se li leva???) indossa sempre top molto audaci. E la spallina è l’arma vincente.

Cala… cala… cala… sempre.

Ma come cazzo è possibile che la mia resta sempre al suo posto e la sua cade sempre?spallina

Sarà forse merito delle cremine oleose colorate che si spalma addosso anche in pieno inverno?

Ondeggiando, la dama si alza dalla sedia mentre finge di lavorare e non si guarda intorno. Lei è ben oltre, ma si pavoneggia!

È fiera degli sguardi da babbeo che il passante rincoglionito le dedica.

Come me la farei!

È orgogliosa del desiderio che suscita nell’anzianotto baldanzoso che al calar della spallina libera un sospiro.

Viagra mio fatti capanna!

La dama dalla spallina calata ha, però, un fidanzato spesso palestrato da sfoggiare su facebook anche se la protagonista dei social network è sempre lei. E il sottotitolo è “sono più bella e più brava?”

Lei che fa zumpa senza essere sudata.

Lei che esce dalle acque del mare cristallino stretta stretta nel suo bikini fluo.

Lei che carezza il gattino randagio che sembra volerle cavare un occhio.

Lei che si mette lo smalto Kiko.

Lei che persino cucina perché ovviamente è un’ottima donna di casa.

Sì perché per fare la pizza in casa ci vogliono le autoreggenti! Sarà mica per questo che a me non viene tanto bene? Ci penso…

autoreggentiLei donna, amante, madre, amica. Lei tutto.

Lei che, manco a dirlo, fa calare la spallina.

Ooops!

Clicca su Mi Piace!

La finta lolita, dunque, ha la vita facile.

Fa il lavoro migliore alla faccia del merito. Prende il caffè anche se non è pausa caffè. Non si prende cazziatoni anche se sbaglia perché tanto quelli se li prende la sua vicina di banco sfigata con la t-shirt di Hallo Spank!

La dama dalla spallina calata, poi, non ha mai freddo, non starnutisce mai, non si raffredda mai (la possino cecà!) e non è mai fuori posto anche se dice che prima di uscire ci mette appena 5 minuti per stuccarsi… mmm… truccarsi.

La dama dalla spallina calata, in  realtà, mi fa una gran rabbia perché fa passare un’idea sbagliata delle donne. E poi vince sempre lei pur non valendo un cazzo. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.