sorpresa

 

 

(parte I: clicca qui)

 

Qualche giorno dopo

  

(al telefono, Ramon) – La vuoi una pianta rinco…?

 

 

Piumetta – Una che?
Ahahahah!

  

 

– Che te ridi cretina…

 

 

(lei, ridendo) – “Rinco”?

 

 

(serio) – Rinco sì, rinco… è una specie che sta qua alla villa…

 

 

– Ma ti pare mai…

 

 

– Donna di poca fede… Aspetta che chiedo a Cla’, è stato lui a dire che va bene per te…

 

 

– Ahahahah!

 

  

– Ciccio come si chiama la pianta di Paolè?

 

 

Si ode da lontano qualcosa che Piumetta non riesce a cogliere.

  

 (Ramon, fra sé e sé) – Eh appunto… Mi ricordavo bene…

pianta rinco

(a lei) Mi dice il mio socio che è la pianta per te e si chiama (scandendo) Rincospermum

 

 

Paoletta non riesce a trattenere un’altra risata.

– Perché sono rincoglionita?

 

 

 

– Anche. Ma questo lo aggiungo io, figurarsi se Cla’…

 

 

– Perché sarebbe la pianta per me?

 

 

(prontissimo) – Perché è bianca e profumata, proprio come la nostra Principessa quan…
(e fa per bloccarsi)

 

  

– Sento che manca qualcosa alla frase…

 

 

– Infatti…

 

 

– Spara. Prometto che non mi vendico…

 

 

– Sicura?

 

 

– Sicurissima!

 

 

 

– …quando ce l’ho sul …!

 

 

 

(ridendo) – CRETINO!!!

 

  

– Hai promesso, la promessa è debito.

 

 

(ridendo) – Me ne frego!
Mo’ che t’acchiappo…

 

  

Immediato cambio di registroRamon e la pianta
(suadente) – Sìììì, che mi fai?

 

 

– Qualcosa che ti ricorderai per sempre…

 

  

(Ramon, retropensiero: “Vedessi tu…”)

– Non aspetto altro!
(pausa)
Facciamo che vieni da noi fra un’ora?

 

 

– Scherzi?
Almeno un giorno di preavviso!

  

– Allora le mie voglie faranno la muffa…
Vado a rifarmi su qualcuno. A caso…

 

 

– Bacialo per me.

 

 

– Solo?
Te lo violento, ok?

 

 

——-

lunedì, 2 giugno

 

oroscopoGemelli – Oroscopo del giorno

La fantasiosa influenza lunare darà alla vostra conversazione quella semplicità sentimentale da suscitare allegria in chi vi ascolta. Userete i sentimenti per portare acqua al vostro mulino. Il pensiero sarà rivolto al denaro e la tensione dei vostri nervi alla pratica erotica sia in un flirt che nell’attività di coppia.

  

Dal 2 al 6 giugno

Molto buona la tempra fisica, il vostro organismo è in piena fase di recupero, di riequilibrio degli organi respiratori e del sistema nervoso. La Luna sarà buona fino al 4 giugno, inizialmente dovrete occuparvi della vostra casa abbellendola con piante e fiori, poi dal 2 giugno plasmerà di fantasia e di sentimentalismo la vostra dialettica che diverrà suadente, seduttiva con quel pizzico di mistero che le vostre parole emaneranno. Il pensiero è rivolto alle finanze, come quadrare i conti e come raggiungere l’equilibrio fra le spese di casa e quelle di manutenzione, soprattutto dell’impianto elettrico.

Venere nel Toro vi darà un valido sostegno per superare le difficoltà quotidiane e per alleggerirvi da alcune difficoltà familiari. In amore, Marte vi darà tanta energia per soddisfare le esigenze erotiche sia vostre che del partner: sarete instancabili amanti intercalando nei vostri intimi rapporti storie romantiche che renderanno più piacevoli i vostri godimenti più profondi. Il lavoro richiede concentrazione e perseveranza, non disperdetevi in tanti progetti, concentratevi su uno e date tutto per portarlo avanti. La salute è in ripresa, si allenta la tensione nervosa, concedervi all’eros distende i nervi e riporta i Gemelli al loro spirito brillante e gioviale.

  

Gemelli
Non dovrai ignorare le dimostrazioni d’affetto delle persone care, anzi gli Astri ti suggeriscono di ricambiarle. In ambito lavorativo, non ti accontenterai del risultato e cercherai di migliorare ulteriormente. In ambito affettivo avrai molta fortuna soprattutto se sei single, una nuova conoscenza ti farà battere forte il cuore!

  

Gemelli-Amore

Insoddisfatti del rapporto di coppia? Può dipendere da voi e non dal partner. Provate a concentrarvi, a impegnarvi nella ricerca di momenti di intimità e magari anche di romanticismo, e vedrete che l’atmosfera cambierà di colpo. Per i più giovani la settimana sarà di ottimo auspicio: il vostro fascino avrà modo di esibirsi, di colpire e affondare più di una preda.

 

Capricorno-Amore

Periodo molto movimentato per l’amore. Quanti tra voi hanno un rapporto affettivo tutto sommato felice potranno contare su giornate vivaci: capiterà qualche discussione col partner perché non sempre (quasi mai) sarete della stessa opinione, ma lo scambio dialettico avrà l’effetto di farvi reciprocamente apprezzare ancora di più. Eros alle stelle.

 

Gemelli: dove ti trovi? Nel deserto delle emozioni o nell’oceano infinito della rimembranza? Oggi ti senti solo e triste soprattutto se sei single o se l’amore è lontano. Non dimenticare che hai anche degli amici. È arrivato il momento di riprendere in mano la situazione e pensare al futuro. Puoi andare a qualche sagra di paese o a un evento enogastronomico, è il modo migliore per incontrate una nuova fiamma e assaporare deliziosi manicaretti.

  

Dopo aver letto tutti, ma proprio tutti, gli oroscopi Gemelli–Capricorno della giornata, passando da un religioso silenzio a un’espressione stranamente seria, Ramon sentenziò:

  

(a Cla’) – Tu oggi non esci.
Almeno fino a venerdì.

 

 

——-

Solo perché ancora incapace di intendere e di volere – alle 9 del mattino del 2 giugno – Clarence non ebbe lì per lì la risposta pronta. Tornò ad affondare le guance sul cuscino, concedendosi ancora un po’ del meritato riposo del guerriero. Vi pare che la sua dolce metà l’avesse graziato proprio nel giorno del suo compleanno?

Al risveglio definitivo – dopo un’ora circa – il guerriero non seppe però resistere all’aroma del caffè corretto, accompagnato da un bacio caloroso e da un cornetto alla crema e amarene fragrante di microonde.

 

– Hmmm!
(addentando il cornetto e assaporando) – Buono…colazione

 

 

– Fai tutto con calma, Ciccio, oggi penso a tutto io…

 

 

Ricordando vagamente qualcosa
(Cla’) – Ma veramente, io… (gettando un’occhiata alla finestra)

 

 

Ramon – Hai ragione, bella giornata.
Andiamo al mare?

 

 

(masticando) Dovrei… (ingoiando) andare…

 

 

Ramon – Meglio prendere il sole in terrazzo.

 

 

L’aria titubante di Cla’ ebbe l’effetto di spiazzarlo di sicuro.

 

 

– Okay, fammi indovinare: preferisci il parco e poi in trattoria.
Però… Potremmo mangiare a letto…

 

 

(debolmente) – Avevo pensato a…
(e si ferma di botto)

 

 

(incredulo) – No. Non mi dire che volevi andare in barca con Ta…

 

villa

Clarence non lo fa neanche finire e prende a scuotere la testa.
– Volevo andare alla villa…

 

 

– Alla villa?
Cioè?
(pausa)
Cioè, in quanti?

 

 

(timidamente) – Quelli che vuoi tu…

 

 

(cambiando immediatamente espressione, ammiccando) – Ma non c’è ancora un bel letto grande…

 

 

Cla’ – E allora?

 

 

– La principessa lo sa? Altrimenti è pronta fra dieci giorni…

 

 

– No, ma puoi sempre minacciarla tu…

 

 

– Ah certo! È donna, me, mi teme!

   

lettone e tigri

 

– Appunto.
Non dovevamo “operare”?

  

Un sorriso diabolico si dipinge all’istante sulle labbra di Ramon.

 

 

 

 

Nel pomeriggio

  

Paoletta sta per uscire dalla palestra. All’ingresso viene bloccata da un amico che si è preso una cotta per lei, un pezzo di ragazzo di colore da far girare gli occhi nelle orbite. Il ragazzo le va incontro e le chiede quando la rivedrà. Le prende le mani fra le sue e sorride con uno sguardo pieno di aspettative, trasognato come quello di un adolescente. Lei risponde con dolcezza e cortesia, ma senza mostrare di volerlo “incoraggiare”.
Poi però lui si avvicina e la saluta con un bacio che le sfiora le labbra.

Clarence, non visto, ha notato ogni cosa dall’esterno.
Lei, voltandosi per uscire, se lo ritrova di colpo davanti.

  

– Auguri amore! (e lo bacia)
Sei in anticipo!

 

 

smart di Cla'

(lui) – Sali in macchina e fai silenzio!

 

Paoletta capisce al volo che Clarence ha frainteso, come al solito.
La palestra e i suoi frequentatori maschi rappresentano il suo tallone d’Achille
Resta però zitta e sale in macchina in attesa che gli passi.
Arrivano così alla villa di Simone, dove li aspetta Ramon.

 

L’aria scura di Cla’ non sfugge all’occhio attento di Ramon, che ovviamente se la prende con Piumetta

– Hai fatto incazzare il mio socio, e figurarsi…

 

 

Mentre lei sta per rispondergli, difendendosi, Cla’ la anticipa.

 

 

– C’è del lavoro per te, amore… Divertiti!
(e si mette comodo su una poltrona)

 

  

Ramon pure capisce al volo cosa deve fare, “torturarla”.
Immediatamente assume un contegno da SS. 

– Poggia il tuo bel culetto su quella sedia, DONNA!

  

 

Lei lo guarda con un’aria di sfida.

 – E se non lo faccio?

  

Ramon

– Muoviti!

E trascinandola verso la sedia le molla pure una pacca sul sedere.

 

 

– Guarda che la tortura è “peccato mortale”!

 

 

Ramon – E chi l’ha detto?

 

 

(lei, sonoramente) – Il Papa!

 

 

– Me ne frego!

 

  

Lei è come al solito in minoranza, non sa se ridere o piangere.
Decide che è meglio ridere. Peggiora così la situazione. Capita a volte…

 

Ramon le si avvicina a un pelo dal volto con aria minacciosa
– Non hai paura di Ramon tuo?

 

 

(prontissima) – Manco pe’ niente!

 

 

– La vedremo!
Si siede su di lei con tutto il peso del suo corpo.madò!

 

 

(urlando) – Alzati immediatamente!!!

 

 

Lui si serra ancora di più su di lei.

 

(supplicando) – Dai che non ti reggo!

 

 

 

Ramon – Solo se confessi!

 

– Non ho niente da confessare!
(pausa)
Ahiaaaa!

 

 

Guardando Cla’ che la fissa di traverso
– Il mio socio dice di sì invece…

  

fuori di testa

– Il tuo socio è il solitoooo f… Ahhhhhh! Mi fai male!

 

 

– Il solito f… cosa?

 

 

– Visionario!!! Anzi no, pazzo furioso!

 

 

(a Ramon)
Cla’- Avresti dovuto vederli, amore…

 

 

– Che facevano?
Le porcherie?

 

 

(lei) – Ma che porcherie e porcherie!

(a Cla’) Tu sei pazzo!

 

 

– Vuoi forse negare che quel po’ po’ di fig… di ragazzo non è cotto di te?

 

 

– E se anche fosse, cos’è? Colpa mia?

 

 

Ramon – Certo che è colpa tua, DONNA!
È sempre colpa tua!

Parla! Che avete fatto?

 

  

Si solleva di colpo, staccandosi da lei, mentre lei cerca di recuperare l’uso delle gambe, indolenzite.

 

– Lo sai che succede se non parli?solletico
E parte con una prima scarica di solletico.

 

Le lascia il tempo di riprendersi un attimo e poi riprende a farle il solletico. Peggio di prima.

 

(lei, ridendo) – Come SS sei alquanto improbabile!

 

 

– Devo passare alle maniere forti?
Fa per slacciarsi la cintura. E con l’altra mano la tiene bloccata alla sedia. 

– Prima o poi cadrai in fallo…

 

  

Cla’ – Quello dopo, è sicuro…

 

 

 

Ramon – Che avete fatto negli spogliatoi, quante volte? PARLA!

Avvicina le labbra all’orecchio di Piumetta e la stordisce con domande sconce sugli attributi dell’ignaro spasimante.

 

tuta

 

– Ma che ne so io! L’ho solo visto in tuta!

 

 

– Solo in tuta?

 

 

– Okay, anche in calzoncini!

 

 

– E non in slip, nudo?

 

 

– Nooooo!

 

 

 

 

– Che peccato! (sentenzia Cla’)

 

 

Un’immediata smorfia da parte di Ramon segna l’inizio della svolta nell’interrogatorio.

 

 

Ramon – Ma sentilo!
(pausa)
Sei te allora che volevi sapere qualcosa di più del ragazzo?!

 

  

(confessando candidamente) – E certo!
Dovevi vederlo Ramon, un bocconcino niente male…

 

 

(Piumetta)
– Guarda che è etero, chéri! Gli piacciono le (scandendo) “donne”…

 

 

– E allora? Anche a me piacciono le “donne”…

 

 

Questa volta è anche Piumetta a fare la faccia brutta.
– Sono io allora che dovrei essere gelosa!

 

  

Ramon lo fissa interdetto
– Questa ME la spieghi, Amore! Anzi CE la spieghi!

 

Cla’ si alza e va incontro a Ramon e Piumetta, che lo fissano neri.
Cinge Ramon in vita, mentre Ramon, sdegnato, tenta di abbarbicarsi a Paoletta.

 – Dai… volevo dire che mi piace UNA sola Donna…

 

 

Ramon prende allora a pavoneggiarsi.
– Non tu scemo, lei!
(guardando Piumetta)
Una che vale per cento…

  

boa

Con aria da Calimero smarrito Ramon si lascia cingere e abbracciare
– Perché, io col boa non ti piaccio?

  

(ridacchiando) – Come uomo sei molto più che passabile, anzi uno schianto, ma come donna sei una vera… com’era Pa’, chiavica?

 

 

(lei) – Già!

 

 

 

Cla’ – Ciò non toglie che lei…
(e resta muto a fissare Piumetta)

 

Qualcosa passa chiaramente fra loro, qualcosa per cui non occorrono parole.
Ramon volge lo sguardo a uno e poi all’altra.

 

– Cla’?
(e lo scuote)
Ramon gli fa segno con le labbra – “E il rituale?”

 

occhi 

Paoletta continua a tenere i suoi occhi incollati a quelli di Clarence, che appare come stregato.

 

 

(a Paoletta, Ramon) – Ma che ci fai tu agli uomini?!

 

 

Lei non accenna nessuna risposta.

 

 

 

Cla’ – Sangue, Ramon.
Sangue…

  

Porgendo i polsi, a voler farsi legare
(suadente e rassegnato) – Tocca a te, Pa’!

 

  

 

E meno male che erano loro le SS della situazione…
Quella sera loro hanno visto i sorci verdi…
Sorci Storici!

 gelati

 

NB
Non solo visti. Mangiati!

 

(G.M.)

 

——-

  

Farina: “Non illuderti Piumetta, te la sei solo scampata.avvoltoio
Guardati le spalle, mi raccomando.”

 

“Piumetta, un altro consiglio: non chiedere mai aiuto a Tommy…”

 

  

PS

Quanto alle frasi memorabili, vi ricordate quella che ha fatto tremare Ramon?
Riguardava Berlino. Clarence non vuole sentirne parlare per un bel po’. Non sopporta di stare lontano da Ramon. Neanche un giorno, dal suo sorcetto…
Pardon, Topolotto!

 

topolotto 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gamy Moore
Follow me

Gamy Moore

Gamy Moore, ovvero Paoletta, Piumetta, e chi più ne ha più ne metta... Croce e delizia della rete.
Sceneggiatrice, scrittrice, poetessa in rima.
E il mondo viveva meglio prima.
Gamy Moore
Follow me

Latest posts by Gamy Moore (see all)

One thought on “Sgradite sorprese (parte II)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.